Come nasce questo blog? Bella domanda.
Tre amiche di lungo corso che in una sera d’estate, tra un cucchiaio di gelato alla ricotta e miele e una risata, misero assieme la loro passione per i viaggi. L’idea è stata buttata lì un po’ per caso, un po’ per scherzo, ma è subito stata accolta a braccia aperte. Dopo qualche viaggio e qualche post, due delle tre amiche hanno deciso di continuare a fare  viaggi ma senza più scrivere post, e così a scrivere sul blog è rimasta la più imbranata e confusionaria delle tre. Soprattutto, quella meno ‘social’! Indovinate un po’ chi?

How this blog born? Interesting question.
Three old friends who in a summer night, while they were eating some ricotta and honey ice cream and laughing, decided to share their passion for travels. This idea is born like a joke, not as a serious thing but from the beginning it has been welcome with great enthusiasm.

Claudia, nata il 17 settembre 1985, la più “stagionata” del gruppo.
Insegnante di scuola primaria, lettrice accanita, annusatrice di libri, abitante di librerie e biblioteche potete anche trovarmi intenta a girovagare in una profumeria per alimentare la mia passione per makeup e beauty.
Fotomaniaca compulsiva, appassionata di arte, musica e cucina. Adoro viaggiare, anche se non lo faccio spessissimo, organizzando tutto a puntino, documentandomi e stilando un programma dettagliato: da brava maniaca della programmazione.
Sogno nel cassetto: fare il giro del mondo in 80 giorni, viaggiando a dorso di drago, avendo come compagno di viaggio Tolkien.

Claudia, I was born on September 17th 1985 and I’m the oldest of the team.
I teach in a primary school. I’m a hard reader and I like spending my time exploring bookshops and libraries. Makeup and beauty are some of my other hobbies, as well as photography (I’m obsessed by flowers, skies and streetlights), art, music and cooking. I like travelling but I don’t do it as often as I would like. I’m a very tidy person and so I like to organize my travel in detail.
My childhood dream: to go around the world in 80 Days, travelling riding a dragon and with Tolkien as companion.

Federica, annata 1989, nata a gennaio ma dell’inverno amo più le cioccolate calde e le coperte che i climi da maglione e calze di lana.
Studentessa di Biologia, oltre alle scienze m’appassiono facilmente a un po’ di tutto ma mi porto da sempre sotto braccio l’amore per il disegno e l’interesse per la musica. Strimpello la chitarra, fischietto sotto la doccia e mi dedico ai miei scarabocchi a periodi alterni. Spesso e volentieri faccio mangiare il resto del mio tempo libero a libri, computer e serie TV.
Chiaramente appassionata di viaggi, fatico a farne uno senza una macchina fotografica e, soprattutto, una cartina in mano.

Federica, year 1989, born in January but with a greater love for hot chocolates and blankets than for sweaters and wool socks weather.
Biology student, beyond sciences I easily get into nearly everything but, since forever, I’m really fond of music and drawing. I strum the guitar, whistle in the shower and sketch every other day. Often, in the rest of my free time I’m busy with books, computer and TV series.
Clearly a travel lover, the two things I nearly can’t live without during a journey are a camera and, above all, a map.

Sono Francesca, rompo le scatole al mondo dal 1989, lavoro nell’editoria e ho un dono innato che fa di me una pessima compagna di viaggio: un catastrofico senso dell’orientamento, sia reale che metaforico. In viaggio odio comprare souvenir, fare code chilometriche per entrare in musei imperdibili e fotografare monumenti su cui sono puntati migliaia di flash. Tutte attività a cui, a dire il vero, mi dedico con scrupolosa diligenza. Perennemente insoddisfatta, vorrei sempre trovarmi in un posto diverso da quello in cui disgraziatamente sono. Perciò mi piace viaggiare, come mi piace leggere, dormire e bere birra. E ora, pur non essendo un animale molto social, condividerò le mie avventure di viaggio su questo blog. Enjoy!

I’m Francesca and I’m bothering the world since 1989. I work in the publishing industry and I can boast a catastrophic sense of direction, in all respects. While travelling, I hate queue up to get into famous museums, buying souvenirs and taking conventional pictures. And I regularly do each one of these things. I can get no satisfaction (and yes, I love Mick Jagger!) and wherever I go I systematically wish I was in another place. This is the reason why I love travelling, as well as I love reading, sleeping and drinking beer, too. And now I’ll share my adventures on this blog. Enjoy!